Selezione dei concept finalisti

05 Jul 2017 | :

L’evento del 21 Giugno è stato un momento interessante per dare voce alla community. Abbiamo presentato ai partecipanti 7 diversi prototipi (più informazioni qui) e gli abbiamo chiesto di valutare le varie soluzioni rispondendo a queste domande:

Dopo aver raccolto tutti i feedback li abbiamo analizzati, provando a capire su quali continuare a lavorare e quali invece scartare. Alla fine del processo ne abbiamo selezionati 4 dei 7 che avevamo presentato:

  1. Uno sticker per riconoscere i negozi accessibili: Lo sticker identifica i negozi che stanno prendendo parte al progetto di open rampette e i negozi accessibili in generale. La grafica è esplicita ma non è la solita rappresentazione dell’omino in sedia a rotelle. È un segno di prestigio per il negozio che lo esibisce (come per gli adesivi delle guide turistiche). PERCHÉ? È impossibile riconoscere un negozio accessibile munito di rampa removibile senza un segnale chiaro.

  2. Un campanello con una migliore usabilità: Sul campanello è applicato lo sticker che identifica il progetto. Dioniso riceve un feedback luminoso quando Minerva riceve la sua richiesta di assistenza. PERCHÉ? Un campanello ad-hoc sottolinea il fatto che Dioniso è il benvenuto all’interno del negozio.

  3. Un ricevitore di chiamata per il negoziante: Minerva riceve una notifica sul suo dispositivo portatile che può essere impostata come segnale luminoso, vibrazione e/o suono. Premendo il pulsante sul dispositivo Minerva può avvertire Dioniso che la sua richiesta di assistenza è stata ricevuta e che uscirà con la rampetta mobile da un momento all’altro. PERCHÉ? Un dispositivo con una singola funzione è più affidabile di un’app. Può essere usato da più persone che lavorano nel negozio.

  4. Un’app per chiedere assistenza quando si è vicini al negozio: Un dispositivo (dotato di tecnologia beacon) avverte della presenza di un negozio accessibile. Dioniso riceve una notifica sul suo smartphone ed essendo nei pressi del negozio può richiedere assistenza tramite app. WHY? Le persone con ridotta capacità motoria agli arti superiori possono usare lo smartphone dotato di un controller ad hoc (es. comando vocale).

Ora è il momento di lavorare sui prototipi finali per essere pronti per la prossima fase di user testing! Restate connessi.

comments powered by Disqus